Home - La scuola‎ > ‎Chi Siamo‎ > ‎Qualità‎ > ‎

Qualità2

LA QUALITA’ NELLA SCUOLA


Fare i conti con processi di qualità in qualsiasi organizzazione e dunque anche nel sistema scolastico, significa soprattutto credere che la scuola possa e voglia realmente incamminarsi verso un processo continuo di miglioramento del proprio servizio, il che comporta anche un indispensabile utilizzo di risorse economiche e umane.

Il percorso di qualità che nella nostra scuola è iniziato dal 2003 va avanti secondo ormai un indirizzo consolidato, avendo acquisito lo scorso luglio 2011 la terza certificazione di qualità secondo il modello EFQM (Committed to excellence).

Tuttavia a partire dall’autuno 2009 la scuola si è avvicinata ad un nuovo modello di certificazione, denominato CAF (COMMON ASSESSMENT FRAMEWORK ) che il Dipartimento della funzione pubblica ha identificato come modello europeo più adatto a certificare le diverse realtà della pubblica amministrazione. In tale direzione pertanto essa si sta muovendo in sintonia con tutte quelle amministrazioni virtuose che cercano di garantire una gestione del servizio al passo con le richieste che, legittimamente l’utenza chiede loro.

Nel materiale consultabile sul sito è disponibile l’ultimo Piano d’intervento presentato e approvato lo scorso luglio 2011 che ha permesso alla nostra organizzazione di mantenere la certificazione di qualità, nonché un’interessante analisi comparativa sulle scelte di studio universitario dei nostri diplomati e sul loro inserimento nel mondo del lavoro al termine del corso di studi nella scuola superiore.

 La Regione Toscana altresì in data 28 ottobre 2009 ha riconosciuto ufficialmente il modello Caf per cui il gruppo qualità della nostra scuola nelle persone di Maria Grazia Anatra e Chiara Zanobini hanno frequentato periodicamente il percorso formativo organizzato da CIPAT.

In tale direzione il gruppo ha lavorato   predisponendo un rapporto di Autovalutazione  sulla base di questionari che sono stati somministrati nell’ultimo periodo dello scorso anno scolastico e che una volta elaborati hanno avuto il compito di individuare i punti deboli dell’organizzazione mettendo a punto  un Piano d’intervento in tutta coerenza con le più rilevanti aree di debolezza evidenziate.

E’ stato pertanto predisposto un Piano d’intervento  avviato dall’inizio dell’anno scolastico giungendo alla fase terminale nel marzo scorso, secondo la procedura e il modello EFQM matrice originaria del modello CAF.

In particolare un’azione del Piano d’intervento denominata “Analisi dei bisogni formativi e delle scelte dei diplomati”  ha previsto la continuazione di un’indagine analoga facente parte dello scorso piano d’intervento che la scuola presentò al Collegio Docenti e che merita anche questa volta non solo di essere presentata ma di essere integrata e corredata da un’analisi comparativa tra l’indagine del 2008 e quella attuale.

Il confronto tra due bienni quello 2004-2005/2005-2006 e quello 2006-2007/ 2007-2008 permetterà sicuramente di attuare riflessioni e considerazioni indispensabili a rivedere alcune pratiche a migliorarne altre, a rendersi conto di quali sforzi e in quali direzioni la scuola abbia bisogno di muoversi.


Relazione 2010  Visualizza Scarica

Indagini diplomati



Comments